Archive for the ‘arte digitale’ Category

il mio pensiero

ottobre 30, 2014

Il mio pensiero

L’ombra del mio aquilone

sulla superficie lunare

è il mio pensiero che vaga, vaga

e divaga…

My thought

The shadow of my kite

on the moon soil

is my thought that wanders, wanders

and wonders…

mlg

l'aquilone

“Il mio pensiero” 2007 collezione Alberto Veca

 

Annunci

virtuale nel virtuale

aprile 28, 2014

Dalla Land in Second Life di Core Tatham
anno terrestre 2009

Ho scoperto una nuova geometria in second life.
Geometria del virtuale nel virtuale.
Una geometria che nasce da continui viaggi negli oggetti virtuali creati in sl.
Istantanee di un mondo, che oggi c’è e domani potrebbe non esserci più, destinato ad una  continua trasformazione o all’oblio. Una geometria che riscopre la lentezza dentro il vortice della velocità, l’arte del riflettere e del meditare nel bel mezzo di un fare affannoso, l’arte del levare che riscopre l’essenza e la leggerezza delle cose.
Se l’immagine da fotografare è statica è il mouse che fa la differenza.
Se l’immagine è in movimento è l’occhio del fotoreporter che ferma l’attimo per mostrarci una, due, le mille anime dello stesso soggetto.
Una geometria semplice e complessa, intrigante e trasparente.

Sarima Giha a.k.a. Maria Luisa Grimani

piega

piega 2009, opera di sarima giha

bottone verde

bottone verde 2009, opera di sarima giha

arti visive 1

arti visive 1 2009, opera di sarima giha

arti visive 2

arti visive 2 2009 – opera di sarima giha

bianco

bianco 2009, opera di sarima giha

albero

albero 2009, opera di sarima giha

la mia prima poesia per “password”

gennaio 23, 2014

A volte mi diverto a ripensare i percorsi mentali che mi permettono di realizzare qualcosa che sta tra il pensiero razionale e l’ intuizione. E’ il caso della poesia Adam’s song di Daniel Thomas Moran che ho tradotto in immagine per la prima volta come membro di “Password“: un gruppo di poeti, artisti visivi e musicisti che si cimentano a scrivere versi, tradurli in immagine o in musica attraverso il personal computer. Era la prima volta che usavo il programma Photoshop e non avevo alcuna preparazione di base. Perciò tutto è nato da continue sperimentazioni,  errori, scoperte. Ho comunque progettato un percorso e  sapevo quello che volevo ottenere. L’ ho realizzato con l’ingenuità del neofita ma con caparbietà finché  ho ottenuto delle immagini che  interpretavano bene il mio pensiero e la visione del poeta.

Sometimes I like to rethink the mental paths that allow me to create something that stands between rational thought  and intuition. Here is an example: I translated  some verses from Daniel Thomas Moran’s poem Adam’s Song  into images, for the first time as a member of “Password”:  a group of poets, visual artists and musicians who attempt to write poetry, to translate them into pictures or music through the personal computer. It was the first time I used the Photoshop program and I had  no basic training. So everything is born from continuous experiments, mistakes, discoveries. However, I have planned a course, and I knew what I wanted to achieve. I worked ​​with the ingenuity of the neophyte but with determination until I got some pictures  which were faithful   to  my thinking and the poet’s vision.

Ecco il testo:

Non ho mai/invitato queste poesie, tuttavia/stanno arrivando/una alla volta, scuotendosi di dosso/la pioggia/dalle spalle/mentre emergono dal/ buio oltre la mia soglia. mlg

e il percorso:

prima scrittura
first writing:

I have never / invited these poems, yet      

they keep on arriving / one by one, shaking /                          

the rain / from their shoulders/                                           

 as they emerge from/  the dark beyond my door.   

Ho riscritto questi versi con il carattere “arial alternative symbol”
I have written again this poem in “arial alternative symbol” Font:

poesia symbol 1

poi ho rovesciato il testo come se fosse composto da ideogrammi giapponesi per farlo “emergere dal buio oltre la mia soglia”
then  I have overturned  the poem as if it was  written with Japanese ideograms to make it “emerge from the dark beyond my door. ”

poesia symbol 2

Il risultato è una serie di 6 composizioni dal titolo “Piovono poesie”.
The result is a series of six compositions whose title is “It’s raining poems”.

mor18_grim1
mor18_grim2

 mor18_grim3
mor18_grim4

mor18_grim5
mor18_grim6

“Piovono poesie” – “It’s raining poems”  – 23  dicembre 2004