Archivio dell'autore

nel profondo sempre una speranza

febbraio 6, 2012

Da Acquario verde di Avraham Sutzkever

Un coltello verde lacerò la terra.
E divenne verde.
Verde.
Il verde di abeti scuri nella nebbia;
il verde di una nuvola con la bile scoppiata;
il verde di sassi muschiosi nella pioggia;
il verde che si rivela nel cerchio spinto da un bambino di sette anni;
il verde delle foglie di cavolo in schegge di rugiada che feriscono a sangue le dita;
il primo verde sotto la neve sciolta in un girotondo intorno a un fiore azzurro;
il verde di una mezzaluna vista con occhi verdi da sotto un’onda;
e il verde solenne dell’erba intorno a una tomba.
Verdi confluiscono in verdi. Corpo in corpo.
Ecco, la terra si è trasformata in un acquario verde. Vicino, più vicino al verde brulichio!

“nel profondo sempre una speranza”

Ho usato le parole del poeta per creare questa immagine. E’ il ricordo di un abisso profondo nel quale siamo caduti come umanità ma anche un segno  di speranza! E’ un richiamo alla natura, purtroppo continuamente oltraggiata dalla miseria dell’uomo. Quale “Bellezza” salverà il mondo? L’ umanità , se ancora ci crediamo, deve ritrovare e salvare  ciò che di bello la circonda, affinchè   si possa raggiungere l’ armonia, giorno dopo giorno, dentro di noi, insieme  agli altri, con l’intero universo.  Facciamoci guidare in questo percorso dai versi di un poeta illuminato e per nulla scoraggiato.

cesar reglero campos y edu barbero

settembre 29, 2011

Desidero ringraziare l’ eclettica Antonella Prota Giurleo che mi ha messo in contatto con gli artisti spagnoli

Cesar Reglero Campos,  direttore dell’ antologia e del bollettino elettronico Boek861 e Edu Barbero  suo collaboratore.

Se navigate nei loro siti scoprirete quanto del loro lavoro è dedicato a promuovere e far conoscere l’ arte e gli artisti di tutti i paesi.

Antonella Prota Giurleo, terza da sinistra, e Cesar Reglero Campos, con tracolla, al Simposio d’Arte di Scampia

Cesar Reglero Campos a Scampia

Edu Barbero e le sue fotografie

Vídeo con poemas visuales de Maria Luisa Grimani y música de Lou Montelione Boek861

una poesia di Aura Maria Vidales

gennaio 20, 2009

Password è una comunità internazionale composta da poeti e da artisti che si collegano on line, gli uni per scrivere testi, gli altri per tradurre le loro poesie in immagine. Il suo link è tra i blogroll qui accanto.

Aura Maria Vidales è una poetessa che fa parte del gruppo Password.

Ho scelto e tradotto una sua breve composizione, utilizzando una mia opera sulla pioggia, realizzata su carta con tecnica mista, e manipolando la sua riproduzione fotografica con photoshop.

pioggia-2-per-web

Cesa el viento

Cesa el viento, la voz nace

y como fruto se abre a la llovizna.

La sombra viva, de fuego, danza.

Aura Maria Vidales

Cessa il vento, nasce una voce

e come frutto si apre alla pioggerella

L’ombra viva, del fuoco, danza

pioggia_01-per-web1

Questa seconda trascrizione nasce dalla fotografia di un altro mio lavoro sempre sulla pioggia

mappaluna 1×3

settembre 23, 2008

Ogni trittico è accompagnato dalle parole del “pastor de los suenos” Federico Garcia Lorca, poeta della luna per eccellenza, che mi ha accompagnata lungo tutto il percorso. Con la musicalità di una

“Noche (suite para piano y voz emocionada) Notte (suite per piano e voce emozionata”

scienza

magia

mito

En mi vaso la luna redonda,
!diminuta!, se rìe y tiembla
Nel mio bicchiere la luna rotonda,
minuta!, se la ride e trema

Federico Garcia Lorca