ah!

by

“Sentire tutto in tutte le maniere,
vivere tutto da tutte le parti,
essere la stessa cosa in tutti i
modi possibili allo stesso tempo,
realizzare in sé tutta l’umanità
di tutti i momenti,
in un solo momento diffuso,
profuso, completo e distante”

Alvaro de Campos

 

Nelle parole di Alvaro de Campos, dandy decadente e ironico,  trovo uno dei significati più inquietanti della poesia di Pessoa.
Mentre sono attratta dalla capacità irraggiungibile della penna del poeta che si firma con i nomi dei suoi diversi personaggi, la solitudine, l’ego cosmico, la distanza abissale dagli altri uomini mi fa paura. Mi fa paura perché qualche volta mi ritrovo in questo tipo di solitudine.  Chi fa ricerche artistiche tenta sempre di essere unico, di essere sempre aderente al proprio pensiero, dimenticando mode, tendenze, proprio per ritrovare se stesso. E ci si domanda quale sia il limite perché non è possibile che un pensiero altrui, una immagine , una parola che ci affascina non entri in noi quasi inconsciamente. E’ vero che dentro di noi esiste già una moltitudine di anime, in ogni istante della nostra vita siamo diversi, unici, irripetibili ma poi ci sono gli altri da noi, con le loro diverse caratteristiche e unicità e questo non si può dimenticare.

Spesso mi sono paragonata a Pessoa, non certo per la grandezza del mio fare, ma perché questo suo sentirsi ogni volta “altro” a seconda del personaggio che interpretava, mi incitava ad agire nelle mie diverse ricerche come se ogni volta fosse la prima volta. La ricerca sugli scacchi, sulla parola, sul segno, sul colore, sui ritmi del suono e della natura mi facevano provare emozioni sempre nuove. Pessoa è solo e il suo isolamento dagli altri e dalla vita finirà per distruggerlo ma è proprio per queste sue caratteristiche che è diventato il Pessoa, Alvaro de Campos, Alberto Caeiro, Ricardo Reis, Bernardo Soares, Antonio Mora che conosciamo.

Il pensiero si fa debole e forte ad alternanza. La vita scorre, e nella brevità del percorso di ognuno di noi, non è facile pensare al dopo di noi. Ma è quello che dobbiamo fare per un mondo migliore. Non c’è albero secolare che non sia stato piantato da qualcuno che non l’ha mai visto nel suo splendore. mlg

 

alvaro de campos
interpretazione poesia di Alvaro de Campos. mlg 2016

Annunci

Tag: , , , , , , ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: