Archive for gennaio 2016

stratificazioni

gennaio 31, 2016

image.jpg

Aurora sul golfo opera di Gerardo Dottori

 

Stratificazioni solari marine terrestri
Incombono su tetti pareti recinti
Noi prigionieri di noi stessi
Quale salvezza se non l’oltre
mlg

 

 

Annunci

monocromo

gennaio 29, 2016

image

opera di Mark Rothko n°15

Se fossi colore sarei monocromo
ogni tinta una vita
Avrei notti buie e giorni chiari sempre
Sempre ti stupirei
mlg

second life prosegue

gennaio 22, 2016

La Città blog di Sarima Giha, nata in collaborazione con Core Tatham è stata la mia prima opera realizzata esclusivamente in Second Life ed è un progetto in continua espansione.

Ogni palazzo costruito rappresenta un post, ripetuto su tutte le quattro facciate, fatto di immagini, poesie, musiche, per raccontare gli incontri nel mondo virtuale di Second Life con altri artisti visivi, con musicisti, architetti, appassionati d’arte, di moda, di letteratura, di teatro, insegnanti, programmatori: un mondo prevalentemente notturno in fermento, in un continuo lavorio per conoscere, sperimentare, realizzare progetti difficili o impossibili da realizzare nel mondo reale.

foto-di-arco-rosca-3

La città blog di Sarimagiha prove d’allestimento 2009

Nel 2010 ebbi modo di partecipare all’ Innovation Festival di Milano con sei opere in digitale e la trilogia di Sarima Giha, coinvolta dal progetto !D.A.! Digital Art di 2LifeCast. Esiste come testimonianza un video con una intervista dove racconto la mia esperienza con il personal computer: http://vimeo.com/15320372 .


flyer01-small1 copia

flyer01-big2 copia

Impegnativa l’esperienza presso la Galleria Szczepanski di Paolo Brenzini che mi aveva allestito una antologica tutta virtuale, in diversi padiglioni.

manifesto daco fiona geordie

The Città blog di Sarima Giha created with Core Tatham was my first work realised exclusively in Second Life and it is projected in continual expansion. Every palace represents a post, repeated on all four facades, made of images, poetry, music to recount the meetings in the virtual world of Second Life with other visual artists, musicians, architects, art enthusiasts, fashion , literature, theatre, teachers, programmers, a world which is prevalently nocturnal, in turmoil , constantly working to know, to experiment to realise difficult projects or those impossible to realise in the real world.
In 2008 I have a personal in Libreria Feltrinelli in Monza connected on live web to Second Life where the Galleria Sczepanskiof Paolo Brenzini (now sadly closed) had set up a totally virtual personal for me. Two contemporary exhibitions , two publics with my presence and that of my avatar – I must admit in an unprecedented complicated dialogue.
In 2011 I will have the possibility to take part in the ‘Innovation Festival ‘ in Milan with six digital works and the Trilogia of Sarima Giha, involved in the IDA project Digital Art Di 2LifeCAST. There is a video as witness to an interview where I talk about my experience with the personal computer:http//vimeo.com/15320372
Challenging was the experience at the Gallery Szczepanski by Paolo Brenzini where I had set up an entire virtual anthology, in different halls

vita liquida dell’avatar

gennaio 14, 2016

 

sarima per blog

“Vita liquida dell’avatar” 2010 –  dalla trilogia dedicata a Sarima Giha

 

Volo
in solitudine
vuota dentro
e sono paesaggio effimero.
Mi piace guardarmi
apparentemente libera
in quel kaftano blu
sempre ugualmente scalza.
Forma
nell’avatar
di Second Life.
Specchio inconsapevole
di vite liquide
da riflettere
a chi si sa fermare.
Gioco
in solitudine
un tasto avanti da antilope
tre tasti indietro da formica.

Sarima Giha aka Maria Luisa Grimani

second life – introduzione

gennaio 13, 2016

Nel 2007 ancora una svolta. Con l’aiuto di mio figlio Tommaso, a.k.a (as known as) Core Tatham, entro nel programma di Second Life e creiamo il mio avatar: un alterego di nome Sarima Giha che indosserà sempre lo stesso kaftano blu, sarà sempre a piedi nudi e viaggerà esplorando quel mondo virtuale realizzato con le visioni dagli stessi avatar che lo abitano. Una struttura portante, esposizione permanente creata da Core Tatham, svetta verso il cielo con le mie poesie visive, frutto della collaborazione con i poeti di Password.

41 sarima e rilkeper blog

Sarima e “Natale di Rilke” esposto in Second Life 2007

Terminata la prima missione, parto alla scoperta del mondo virtuale entrando tra le pieghe dei paesaggi, delle sculture e degli oggetti creati dagli avatar, e collezionando una serie di istantanee come prove d’artista. Nascono così nuove poesie visive e le prime cartoline, piccole opere che testimoniano viaggi virtuali e mentali nel mondo digitale descritto nel mio blog Il fogliomondo di Sarima.

questions persist and persist

Questions persist and persist – poesia di D.T. Moran 2008

L’uso particolare del mouse per entrare nelle sculture, nei quadri, negli interstizi degli alberi, fiori, abitazioni create dagli avatar, mi permise di superare la visione del macro e micro cosmo per poi entrare in una dimensione digitale tutta personale. A testimonianza di questi lavori ho composto la trilogia di Sarima Giha: Landscapes, Vita liquida dell’avatar e Prêt a porter.

 

copertina negativo2per blog
 copertina libro “vita liquida dell’avatar” 2010

Nel 2008 mi trovo con una personale presso la Libreria Feltrinelli di Monza, collegata in diretta web tramite 2lifecast, nella libreria di Archimedix Bulan e nella Galleria d’arte contemporanea di Azzurra di Second Life. Tre esposizioni contemporanee, tre tipi di pubblico, in un inedito complicato dialogo, ancora imperfetto ma che darà il via ad una serie di attività di comunicazione via screaming.

 

04052008587

libreria Feltrinelli Monza 2008

In 2007 still a breakthrough. With the help of my son Tommaso aka Core Tatham I enter the programme of ‘Second Life’ and create my avatar, an alter ego with the name of Sarima Giha who will always wear the same blue caftan , have bare feet, and travel exploring the virtual world realised with the visions of its inhabitants. A supporting structure, a permanent exhibition created by Core Tatham, soars into the sky with my visual poetry, the fruit of the collaboration with the poets of Password.
Having finished the first mission, I leave for the discovery of the virtual world entering between the folds of the landscapes, the sculptures and the objects created by avatar and collecting a series of snapshots as artist’s proofs. Thus new visual poems have arisen and the first postcards, little works, which witness virtual and mental journeys into the digital world described in my blog ‘ Il fogliomondo di Sarima’
The particular use of the mouse to enter sculptures, pictures, in the interstices o the trees, flowers, habitations created by avatar., allow me to overcome the vision of macro and micro cosmos to enter a completely digital dimension. To witness these works I have composed the trilogy of Sarima Giha: ‘Landscapes, Vita Liquida dell Avatar e Prêt à porter’.
In 2008, I find myself with a solo exhibition at the Feltrinelli bookshop in Monza, connected live via web 2Lifecast in library Archimedix Bulan and the Gallery of Contemporary Art Azzurra Second Life. Three contemporary exhibitions, three kinds of audience, in an unprecedented complicated dialogue, still imperfect but that will kick off a series of communication activities away screaming.