21 marzo – giornata mondiale della poesia

by

Omaggio a Thomas Stearns Eliot

quattro quartetti

Burnt Norton

Time present and time past

Are both perhaps present  in time future,

And time future contained in time past

autoritratto

Questi versi fanno parte del mio autoritratto del 1979. Il mio cappello di velluto nero e le parole del poeta, scomposte semioticamente in fonemi, scendono incatenate sotto la  tesa del cappello,  diritte come i miei capelli. Una giusta simbiosi tra il mio modo di essere in quegli anni e i versi di un poeta i cui quartetti mi hanno accompagnato e tutt’ora fanno parte dei miei suoni più ascoltati, delle mie musiche più lette.

Per quale ragione io sia ancora legata ma che dico scalfita dentro da questi poemetti musicali, sempre impenetrabili, ma accettati nel mio intimo, pronti a nuove interpretazioni, rimarrà un mistero, come misterioso è il tema del tempo, dello spazio, del silenzio, dell’immobilità delle cose e del movimento cosmico che tutto circonda.

Passi eccheggiano nella memoria

Lungo il corridoio che non prendemmo

Verso la porta che non aprimmo mai

Sul giardino delle rose

Oggi, giornata mondiale della poesia, dedico una mia opera inedita nata dalla lettura dei Quattro Quartetti di T. S. Eliot e realizzata negli anni 90, una rappresentazione quasi scenografica nelle forme a mosaico delle quattro stagioni e dei quattro elementi: Burnt Norton fine primavera-aria, East Coker fine estate-terra, The Dry Salvages autunno-acqua,  Little Gidding inverno-fuoco.

4 quartetti. per blogjpg

Quattro Quartetti- opera di maria luisa grimani – 100×200 acrilici su tela- 1993

Le parole si muovono, la musica si muove

Solo nel tempo; ma ciò che soltanto vive

Può soltanto morire. Le parole, dopo il discorso, giungono

Al silenzio. Solo per mezzo della forma, della trama

Posson parole o musica raggiungere

La quiete, come un vaso cinese ancora

Perpetuamente si muove nella sua quiete.

Non la quiete del violino, fin che dura la nota

Non quella soltanto, ma la coesistenza

O diciamo che la fine precede il principio,

E la fine e il principio erano sempre lì

Prima del principio e dopo la fine

E tutto è sempre ora. …..

 particolare quattro quartetti T.S.Eliot

particolare “Quattro Quartetti” – opera di maria luisa grimani

T. S. Eliot affronta temi eterni che nella nostra cultura ritroviamo anche nelle parole di Eraclito: “Il fuoco vive nella morte dell’aria e l’aria nella morte del fuoco; l’acqua vive nella morte della terra e la terra nella morte dell’acqua”.

Mi piace ascoltare questi Quartetti dalla voce unica, inconfondibile del poeta!

nb: Quattro Quartetti T. S. Eliot – edizione Garzanti 1959 -traduzione e note di Filippo Donini

Annunci

Tag: , , , , , , , , , , ,

5 Risposte to “21 marzo – giornata mondiale della poesia”

  1. maria grazia zanmarchi Says:

    grazie, amica carissimissima, per questo tuo nuovo articolo, poesia e ancora poesia per arricchire questo nostro quotidiano a volte cos ordinario e spento, un abbraccio !!! tua m g

    Date: Thu, 21 Mar 2013 18:03:50 +0000 To: grazia.zanmarchi@hotmail.it

    Mi piace

  2. maria luisa grimani Says:

    Conoscendoti posso ben dire che le tue opere trasudano poesia perciò il tuo apprezzamento ha un valore in più! buon lavoro e grazie!

    Mi piace

  3. rabuccia Says:

    L’ha ribloggato su daisuzoku.

    Mi piace

    • maria luisa grimani Says:

      Gentile Rabuccia, ho l’impressione che tu preferisca fare che commentare! Ho visto quello che hai pubblicato e ti ringrazio. Mi sono poi soffermata sul tuo blog. Abbiamo molte passioni in comune, in particolare lo Zen nelle arti, gli haiku e forse scoprirò altro. Mi è piaciuto il tuo profilo, anestesista, appassionato di poesia che scrive un blog molto variato. Piacere di conoscerti!

      Mi piace

      • rabuccia Says:

        Grazie….davvero. il blog è un po disomogeneo…una sorta di “aggregatore” dove prendo appunti di vita e pensiero. Tutto pervaso dalla ruggine inquieta della mia esistenza. ….un lungo percorso dove per dirla alla Eliot tornerò al punto di partenzq senza essermi mosso di un millimetro. Namaste.

        Mi piace

Rispondi a maria luisa grimani Annulla risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: