Archive for febbraio 2011

landscapes

febbraio 23, 2011

Ed eccomi finalmente al terzo libretto della trilogia di Sarima Giha dal titolo “Landscapes”.  Nel blog di Sarima tutta la storia. Interessanti a mio parere i vari passaggi creativi. Alcuni avatar hanno costruito nelle loro land virtuali dei giardini.  Sono giardini che spesso si rifanno alla natura esistente nel nostro pianeta ma non sempre, fiori e piante possono nascere dalla fervida immaginazione dei suoi creatori. Sarima, con il suo mouse, è entrata tra le pieghe di un filo d’erba, in mezzo ai fiori, si è seduta sui rami più alti ed ha fotografato l’attimo in cui la natura si piegava misteriosamente sotto i suoi occhi. Poi Velazquez Bonetto ha preso queste fotografie, le ha inserite in un tunnel a forma di rombo e illuminate con colori continuamente cangianti le ha rese ancora più nuove. Sarima le ha ulteriormente fotografate creando composizioni astratte esclusive. E si sarebbe potuto continuare all’infinito.

Questo libretto è stato pubblicato in un primo tempo, con alcune varianti, da Velazquez Bonetto su Issuu.

 

 

 

 

 

Maria Luisa Grimani a.k.a. Sarima Giha

 

a.k.a. also known as

prêt à porter – a web story

febbraio 23, 2011

Questo libretto ha una lunga storia. E’ la trasposizione di un racconto di Pepa Cerruti, pubblicato su “Le aziende in-visibili” di Marco Minghetti, in una storia per immagini girata in due land di Second Life, nel Museo del Metaverso di Roxelo Babenco e in CARP gruppo diretto da Velazquez Bonetto. Un saggio per affrontare per la prima volta una sceneggiatura, l’ allestimento  di due set  ed una regia per le riprese fotografiche . Una sfilata di moda con gli abiti di Josina Burgess e Milla Milla Noel ed un risvolto di critica sociale.

Lo svolgersi di tutta questa web opera è visibile nel blog di Sarima Giha.

Questo libretto è stato pubblicato per la prima volta, arricchito di più immagini, su Issuu, da Velazquez Bonetto.

 

la trilogia di sarima giha

febbraio 21, 2011

Sarima Giha, il mio avatar nato in Second Life il 9 settembre 2007 narra, nella trilogia cartacea che vi presento,  alcune delle sue avventure. Sono principalmente racconti fatti di immagini ed hanno in comune di essere bifrontali. In “Vita liquida dell’avatar” il tema è raffigurato al positivo con fotografie dei miei viaggi nelle diverse land e sul retro con le stesse al negativo, per dire che nella vita non esiste il pensiero unico, poiché anche nel male si può trovare il bene e viceversa. Nella “Web story”, il set color ambra si contrappone al set in bianco nero, con varie sfumature di grigio, per far notare che sotto gli aspetti esteriori della bellezza può nascondersi qualcosa di brutto. Il terzo libretto, “Landscapes”, mostra nei suoi vari colori gli aspetti più reconditi di una natura nata dalle fantastiche ricostruzioni digitali degli avatar, mentre sul retro la stessa natura viene presentata con il colore monocromo seppia per accentuarne le  linee di forza e le forme.

 

 

“Vita liquida dell’avatar Sarima Giha”

 

“A web story”

 

“Landscapes”

 

vita liquida dell’avatar sarima giha

Nel blog di Sarima Giha vi è un’ ampia spiegazione di come è nato questo libretto e di come è stato costruito. E’ stato esposto alla Biennale del Libro d’artista di Napoli dal  18 settembre al 18 ottobre 2010,  Palazzo Merolla.

prosegue